Angimbe olio segnalato nella Guida agli Extravergini Slowfood 2024

L'Olio Angimbe segnalato nella Guida agli Extravergini di Slow Food 2024

La guida agli oli di Slow Food ora include anche Angimbe!

Il 2024 è un anno ricco di riconoscimenti e soddisfazioni per Angimbe! A partire dalla nuova edizione appena pubblicata, il nostro olio Natures Extravergine Biologico è stati incluso nella prestigiosa Guida agli Extravergini di Slow Food. 

 

La Guida agli Extravergini di Slow Food

La Guida agli Extravergini è una delle pubblicazioni più autorevoli nel settore dell'olio di oliva, arrivata alla ventiquattresima edizione. Ogni anno, 125 esperti degustatori presenti sul territorio valutano migliaia di oli provenienti da tutta iItalia, dall’oliveto alla bottiglia, selezionando i migliori per far parte della guida.

L'opera di Slow Food non vuole essere soltanto un ausilio per professionisti e consumatori per orientarsi all'interno del vasto mondo dell'’olio extravergine, ma anche uno strumento prezioso per far conoscere produttori e produttrici, incoraggiando i lettori a visitarli. 

Guida extravergini 2024

L'Edizione 2024

L'edizione 2024 recensisce 1071 oli extravergini di qualità provenienti da 686 aziende, di cui 483 biologiche certificate come la nostra.Il libro rappresenta quindi anche una fotografia della situazione dell’olivicoltura in Italia.

Essere inclusi in questa guida significa essere riconosciuti per la qualità superiore e l'impegno nella produzione di olio extra vergine di oliva di eccellenza.

 

Che Cos'è Slow Food

Slow Food è un'Associazione di Promozione Sociale internazionale fondata in Italia nel 1986 come «Movimento per la tutela e il diritto al piacere». Sin da allora Slow Food si adopera per promuovere una cultura alimentare basata su qualità, sostenibilità e giustizia sociale, proponendosi come un'alternativa al fast food e alla "fast life", con l'obbiettivo di preservare la storia e le tradizioni culinarie locali.

Nel 1990 nasce Slow Food Editore con la rima pubblicazione "Osterie d’Italia, sussidiario del mangiarbere all’Italiana", che tutt'oggi una preziosa guida alla scoperta della tradizione gastronomica italiana.

Attraverso numerose iniziative come i Presidi Slow Food, l'Arca del Gusto, Terra Madre, la Banca del Vino, l'Università di Scienze Gastronomiche (fondata nel 2004), e organizzando eventi come il Salone del Gusto, Slow Food educa il pubblico a scelte alimentari consapevoli, promuovendo il piacere della convivialità e un rapporto rispettoso con il cibo e chi lo produce.

"Se la “Fast-Life” in nome della produttività, ha modificato la nostra vita e minaccia l’ambiente ed il paesaggio, lo “Slow Food” è oggi la risposta d’avanguardia. È qui nello sviluppo del gusto e non nel suo immiserimento la vera cultura, di qui può iniziare il progresso con lo scambio internazionale di storie, conoscenze, progetti".

Dal Manifesto dello Slow Food del 1987

 

Angimbe, Extravergine Slow Food

L'inclusione nella Guida Slow Food è un ulteriore segno dell'impegno di Angimbe per la qualità e l'agricoltura sostenibile. La nostra azienda agricola, che ama definirsi "Bioetica", si dedica alla coltivazione biologica, rispettando l'ambiente e promuovendo pratiche agricole sostenibili.

Questo riconoscimento si aggiunge ad altri premi importanti conseguiti quest'anno, come la Medaglia Extra Gold al Premio BIOL e le 4 gocce d'oro nella guida Bibenda 2024, a cura della Fondazione Italiana Sommelier.

Ogni premio ci motiva a continuare il cammino intrapreso, a migliorarci ogni giorno per offrire ai nostri clienti un prodotto della massima qualità, sia dal punto di vista del gusto che del rispetto per il territorio.

 

Per maggiori informazioni sulla Guida agli Extravergini di Slow Food, o per acquistarla, visitate il sito ufficiale: www.slowfood.it

È inoltre possibile acquistare la guida sul sito di Slow Food Editore: www.slowfoodeditore.it

 

Per acquistare online l'olio extravergine di oliva siciliano Angimbe, 
visita la sezione
 shop!

 

 

Comments 0

Leave a comment

Please note, comments must be approved before they are published