L’olio Extra Vergine di Oliva in America è un Farmaco

L’olio Extra Vergine di Oliva in America è un Farmaco

La Food and Drug Administration (FDA) degli Stati Uniti ha acconsentito che in  tutte le bottiglie di olio d’oliva di portare sulle loro etichette una nuova “dichiarazione sulla salute qualificata”.

I produttori di olio d’oliva possono ora scegliere di pubblicizzare il loro prodotto come alternativa salutare per il cuore ai grassi di origine animale per cucinare e preparare alimenti.

Questa decisione è stata supportata da “Prove scientifiche le quali hanno dimostrato  che il consumo giornaliero di circa 1.5 cucchiai di oli contenenti alti livelli di acido oleico, può ridurre il rischio di malattie coronariche”, 

Per ottenere questo vantaggio, bisognerebbe cambiare regime alimentare con l’inserimento dell’olio extravergine di qualità nella dieta giornaliera sostituendoli all’utilizzo di grassi di origine animale. 

Per arrivare a questa scelta sono stati fatti degli esperimenti su 2 gruppi. Uno ha continuato ad alimentarsi in modo abituale e l’altro ha inserito nella propria dieta l’olio extra vergine di qualità ed eliminato i grassi animali. Alla fine dell’esperimento si è riscontrato un abbassamento del loro colesterolo totale e lipoproteine a bassa densità dannose per il cuore (LDL) livelli di colesterolo rispetto a quelli che hanno mangiato una dieta più occidentale che era più ricca di grassi saturi “.

In seguito a questo,  Il governo Americano sta permettendo etichette sanitarie come queste nella speranza che incoraggino le persone a mangiare cibi più nutrienti e sani e che, a loro volta, contribuiranno a ridurre i tassi di malattie croniche associate a diete povere, tra cui diabete di tipo 2, obesità.

Oggi più che mai l’alimentazione è uno degli strumenti che abbiamo a disposizione per influire positivamente o negativamente sul nostro stato di salute. L’olio extra vergine di oliva Biologico è uno degli strumenti che abbiamo a disposizione e possiamo utilizzare nella nostra dieta rendendo “Gustosa e Salutare” la nostra alimentazione.